Poker online in Italia – Dieci anni dalla prima partita online

Il 2 Settembre 2018 l’attività di poker online in Italia ha ufficialmente compiuto dieci anni! Nel 2008 infatti, per la prima volta nel Bel Paese, diversi utenti hanno partecipato ad una partita di poker su internet regolamentata e controllata dall’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato (AAMS), dando il via quindi all’era del poker online legalizzato e controllato, sulla piattaforma Gioco Digitale, sito tutto italiano che pionieristicamente aveva intuito le potenzialità di un mercato che, da lì a poco, avrebbe subito un boom.

Da quel primo tavolo via internet, il poker online ha, di anno in anno, dimostrato che la scelta di Gioco Digitale aveva delle solide basi su cui fondarsi, arrivando addirittura a superare, in termini economici, gli introiti del poker “reale” nel 2015, grazie alla spinta di un colosso riconosciuto in tutta Italia come PokerStars, che, grazie alle offerte “Spin and Go”, ha attirato sul suo portale una quantità incredibile di nuovi utenti e giocatori attivi.

Il poker online in Italia ha vissuto fasi alterne di popolarità e flussi di gioco, ma dalla sua legalizzazione ufficiale, più di 10 anni fa, ha visto una raccolta complessiva (non contando quindi le vincite) di più di un miliardo e mezzo di Euro. Nel 2010, soli due anni dopo l’inizio del poker online legale in Italia, i tavoli registrano giocate per oltre tre miliardi, facendo registrare un boom quasi inimmaginato.

Come giocare a poker online – consigli utili i nuovi giocatori

Il poker online segue pressoché le stesse regole di quello reale, ma, si sa, il poker è un gioco basato, non solo sulla fortuna, ma sulla psicologia, sui nervi, sul sangue freddo e sull’intelligenza nel saper leggere determinate situazioni. Giocare ad un tavolo con gli amici nel weekend o durante le vacanze natalizie è un conto; mettersi al tavolo con degli sconosciuti è un altro. Giocando online non si sa mai chi ci si può trovare “dietro lo schermo”: anche grandi campioni puntano su internet, quindi è bene prendere coscienza dei propri limiti e mezzi, senza mai superare queste soglie.

Entrare a far parte di tavoli giocati con soldi finti o virtuali è di sicuro un buon allenamento per cominciare a capire come funzionano le regole ed il gioco in generale del poker online. A questo scopo esistono i FreeRoll, tornei o tavoli gratuiti (senza quindi un fee da pagare per giocare) in cui è però possibile vincere soldi veri. Grazie ad essi potrete costruirvi un piccolo capitale da investire su altri tavoli a pagamento, quindi con montepremi più importanti, ed allo stesso tempo, fare esperienza senza rischiare. Ovviamente i partecipanti ai FreeRoll sono centinaia, a volte migliaia, ma è un ottimo allenamento per iniziare.

Giocando a questi tavoli sarà anche possibile imparare buona parte del vocabolario del poker online e, soprattutto, delle abbreviazioni tipiche delle chat su internet, che fanno parte del linguaggio dei giocatori più assidui. Imparare queste terminologie è importante tanto quanto studiare strategie e teorie del poker: pur sembrando un gioco d’azzardo infatti, il poker, è un gioco di abilità, che si basa su teorie specifiche e tutto ciò è facilmente intuibile dal fatto che i più grandi campioni si ritrovano nelle finali di quasi ogni torneo in giro per il mondo, o, in questo caso, via internet.

Come è già stato detto, una volta fatta l’abitudine ai tornei gratuiti, si potrà accedere a quelli con soldi veri. E’ importantissimo fare attenzione però, perché l’esperienza di gioco tende ad essere completamente diversa! Se è vero infatti che più si gioca ai FreeRoll più si capiscono determinate dinamiche, è fondamentale segnalare che più il jackpot finale ( e di conseguenza le puntate) si fanno importanti, più gli utenti “avversari” tenderanno a fare un gioco completamente diverso, più riflessivo ed oculato, rispetto a chi gioca sui tavoli gratuiti. E’ consigliabile quindi avanzare molto gradualmente nel mondo del poker online, giocando anche per un po’ di tempo in piccoli tornei ( con buy-in di 1 Euro o anche meno ) e, se si comincia a perdere con regolarità ai tavoli più complessi, fare anche un passo indietro.

Poker online – le diverse modalità di gioco

Come avviene per il poker reale, anche il poker online ha diverse modalità di gioco e gli utenti, prima di accedere ad un tavolo o un torneo, dovranno scegliere quale tra esse preferiscono. L’opzione universalmente più acclamata tra i giocatori, sia via internet che ai tavoli fisici, è il Texas Hold ’Em Online, che, pur essendo molto facile e basilare nelle sue regole, è, al contrario, difficile da giocare ad alti livelli, quindi imprevedibile e divertente per la maggior parte dei giocatori.

Essendo le possibilità di internet quasi infinite, anche le modalità di gioco online non sono da meno. Esistono tantissimi tipi diversi di tornei, di tavoli e di regole. Le partite a tavolo singolo più comuni sono quelle dai 6 ai 9 giocatori. Vi sono i tornei con diversi tavoli simultanei, a cui partecipano a volte centinaia o migliaia di persone. Ma, se non si è amanti della confusione, anche se virtuale, è possibile fare sfide Heads-Up, testa a testa, tra due singoli giocatori.

Appunto, parallelamente al poker non virtuale, è possibile giocare a tornei ad eliminazione diretta o a quelli che danno l’opzione del ReBuy (una sorta di nuova iscrizione quando i propri soldi a disposizione su quel tavolo scendono sotto una determinata soglia). Vi sono infine anche tornei che permettono l’accesso ad altri tavoli, con jackpot finali molto più ricchi: questi tornei vengono identificati come tornei satellite.

E’ fondamentale quindi che ogni utente capisca le modalità a lui preferite per giocare, soprattutto perché nel poker online è possibile accedere ad ogni tipo di tavolo o torneo, direttamente dal proprio computer o smartphone, esprimendo così al meglio il proprio stile di gioco.

Poker Rooms Online – Come scegliere la più adatta?

Il dubbio principale che ogni utente alle prime armi si ritrova ad affrontare, entrando nello sconfinato mondo del poker online, è: quale Poker Room online scegliere e perché? E’ bene specificare che le poker rooms non sono tutte uguali, ma devono almeno avere un elemento comune, ovvero la Licenza AAMS. Ogni Poker Room infatti deve, secondo la legge, seguire i dettami e le regolamentazioni italiane per quanto riguarda la sicurezza, la trasparenza ed i software utilizzati.
Come avviene nelle più comuni piattaforme di bookmaking online, anche le Poker Rooms offrono importanti bonus di benvenuto ai nuovi utenti, che spesso equivalgono anche a ricariche sul conto superiori al centinaio di Euro, una volta effettuato il primo deposito e giocato un numero predefinito di volte. Ovviamente è consigliabile fare ricerche online per accertarsi delle Poker Rooms con maggiori bonus di benvenuto diretti ai nuovi utenti, senza dimenticare che molte piattaforme offrono anche altri incentivi, come bonus derivanti da diverse sezioni dello stesso sito (scommesse online, slot machines virtuali etc.).

Quando si sceglie di partecipare a tornei FreeRoll, bisogna cercare, per avere un buon riscontro economico, Poker Rooms con montepremi finale garantito o accesso a tavoli e tornei con jackpot in denaro vero.

Poker Online – Conclusioni

Il mondo del poker online può di sicuro essere un ottimo svago o divertimento per gli utenti “della domenica” ed un’attività seria e remunerativa per i giocatori più esperti. La pratica, l’esperienza e, al tempo stesso, lo studio di strategie e teoria, sono indispensabili per poter cominciare a vedere i frutti del gioco, anche su una piattaforma online. Esercitarsi, giocare tante mani, cambiare tornei e modalità di gioco, sono aspetti fondamentali per capire a fondo l’essenza del poker online.

Si raccomanda un gioco responsabile, perché il poker online può portare ad una severa dipendenza da gioco. Molte Poker Rooms mettono a disposizione auto-limitatori e software che impediscono ai giocatori con chiare dipendenze, tramite un algoritmo, di accedere ai tavoli o depositare più del dovuto sul proprio conto.

Iscriviti alla nostra Newsletter